In evidenza

L’obbligo di copertura assicurativa riguarda tutti i professionisti iscritti all’albo? - See more at: http://tao.oato.it/archivio#sthash.vPZRa3QI.dpuf
L’obbligo di copertura assicurativa riguarda tutti i professionisti iscritti all’albo? - See more at: http://tao.oato.it/archivio#sthash.vPZRa3QI.dpuf
POS_Possiamo farne a meno?
POS_Possiamo farne a meno?

UN PASSO VERSO
LA DIGNITÀ DELLA PROFESSIONE

POS_POSSIAMO FARNE A MENO?

ASSICURAZIONE PROFESSIONALE OBBLIGATORIA


FORMAZIONE PERMANENTE OBBLIGATORIA: PREMIATI O PUNITI?

LA QUESTIONE DEI CONCORSI DI ARCHITETTURA


UNA PROFESSIONE DA RIPENSARE


DIVERSAMENTE
PARTITA IVA

ARCHITETTI ITALIANI
IN CRISI

Condividi

Sfoglia TAO


Architetti fuori porta Stampa Email


Bernard Mauplot, Presidente de l'Ordre des architectes d'Île de France
, uno degli autori del prossimo numero di TAO e relatore della conferenza "Architetto in Europa. Confronti e proposte per il futuro degli Ordini" tenuta il 30 marzo, mette in luce una tendenza tra gli architetti nell'esercizio della professione in Francia: "il ritorno ad agenzie più strutturate, organizzazioni in reti o in società in alternativa all'esercizio solitario della professione per essere finanziariamente più forti, più reattivi, maggiormente in grado di soddisfare le diverse esigenze e le nuove forme di committenza".

Il 36% degli iscritti all'Ordre des architectes d'Île de France fa parte di società di architettura e la tendenza è maggiormente diffusa tra i giovani.

La costituzione di società di architettura potrebbe anche in Italia rappresentare uno strumento per dare vita a soggetti più competitivi e più forti, in grado di far valere i propri diritti?


30 03 2012

 



Non sempre è facile essere accolti nelle comunità straniere e l’iscrizione ad un Ordine spesso non garantisce il radicamento nel territorio. Ci racconta la sua esperienza Hugh Dutton, un architetto inglese in Francia:
“L'Ordre des Architectes è un'organizzazione essenziale, ma più nel suo ruolo simbolico, come manifestazione della coscienza dell’architetto. L’Ordre offre molti servizi e 'conseil', pubblicazioni e assistenza. Per l’insegnamento, l'Ordre è un riferimento importante da questo punto di vista. Tuttavia, nelle piccole difficoltà della nostra esperienza quotidiana, siamo molto soli.

Io, un architetto inglese a Parigi, sono sempre un étranger non facente parte del 'Etablissement'. La mia esperienza di lavoro con un ingegnere Peter Rice ha fatto sì che io sia stato classificato come 'Bureau d'Etudes', piuttosto che come parte della comunità degli architetti.”

Si può essere ‘stranieri’ anche nella comunità degli architetti di cui si fa parte? Cosa può fare l’Ordine professionale per ridurre questo isolamento e aiutare gli architetti nell’esercizio quotidiano della professione?


Raccontateci le vostre esperienze e scrivete i vostri commenti.

22 03 12


Tra i prossimi autori di TAO Paola Boffo, architetto italiano laureatasi a Firenze e attualmente RIBA London Region Chair.

Uno stralcio dal suo testo per le vostre riflessioni:
“Un Ordine di professionisti, oggi, non dovrebbe porsi solo il problema della condotta professionale, dimensione implicita del ruolo dell'Ordine, ma dovrebbe invece fare attenzione a come generare nuove commissioni, nuovo lavoro, nuove occasioni di innovazione e trasferimento di conoscenze per continuare a fare Architettura in un mercato che sta cambiando e sta sviluppando approcci più orientati al benessere ambientale e sociale che alla capitalizzazione finanziaria ed economica.”

15 03 2012


Perché un architetto che ha studiato in Italia decide di lavorare all’estero?

“Per curiosità e per la volontà di mettersi in gioco”. Non ha dubbi Pier Massimo Cinquetti, consigliere dell’OAT che per l’Ordine di Torino si occupa di internazionalizzazione. “Rispetto ad altri colleghi europei, gli architetti italiani dimostrano magari meno tecnica ma una cultura più ampia e soprattutto maggiore flessibilità nell’affrontare un contesto molto diverso da quello di origine, sia per regole che per caratteristiche tipologiche edilizie”.

Un messaggio positivo e di speranza per quegli architetti che vogliono tentare la carta dell’estero per esercitare, con un’unica avvertenza: individuare attraverso l’Ordine professionale di competenza i partner locali con i quali condividere e scambiare esperienze nel loro paese.

“Ero un giovane architetto 38enne quando ho deciso di guardare ad altri contesti, prima in Cina grazie ad una collaborazione con un collega cinese conosciuto in Italia e poi in Bulgaria, paese dove ho vinto un concorso di progettazione, che mi ha fornito la motivazione per esercitare con continuità anche in quella nazione – dove sono iscritto alla Camera degli Architetti Bulgari – oltre che in Italia”.

E voi cosa ne pensate? Qual è la vostra esperienza?

09 03 2012


Che cosa spinge un architetto a lavorare in un paese diverso da quello di origine?
“La vita, il fato ed il cuore” per l’architetto Teresa Sapey che, laureata al Politecnico di Torino, lavora stabilmente a Madrid, dove ha fondato l’Estudio de Arquitettura Teresa Sapey nel 1990, uno studio internazionale specializzato in design d’avanguardia per case, negozi, ristoranti e oggettistica.
In Spagna, diversamente dall’Italia, per potersi iscrivere ad un ordine professionale non è necessario il superamento dell’esame di stato, ma è sufficiente il conseguimento della laurea; le tariffe sono orientative; gli iscritti sono soggetti ad un codice deontologico e possono unirsi in società composte solo da professionisti.
Ma quale valore ha per l’architetto e per la comunità la sua iscrizione all'Ordine professionale di competenza?
Teresa Sapey risponde laconicamente: “Ogni giorno meno, peccato!”

E voi cosa ne pensate? Qual è la vostra esperienza?

01 03 2012


 

Che cosa spinge un architetto a lavorare in un paese diverso da quello di origine? Quale valore ha per sè e per la comunità la sua iscrizione all'Ordine professionale di competenza?
Sei un architetto italiano iscritto all'albo di un altro paese?

Racconta brevemente la tua esperienza, segnalando alcuni dati: ammontare della quota, servizi offerti e di cui ti sei servito, che cosa giudichi negativamente, per quale motivo non torneresti in Italia.
Hai una doppia iscrizione in Italia e all'estero?

Motiva la tua scelta.
Sei un architetto straniero che ha scelto l'Italia?

Perchè? Che rapporto hai con il tuo Ordine?

23 02 2012

<p style="text-align: justify;">

Commenti

avatar Chiara Jasna Vacacro
+6
 
Non c’è nient’altro di più bello che uscire dal proprio guscio ed integrare le nostre conoscenze a quelle di altre realtà. Sono un architetto italiano con esperienza pluriennale, iscritto all’OAT che pratica la professione all’estero presso Organizzazioni Internazionali (come le Nazioni Unite) durante emergenze e post-emergenze.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
Own Home Jobs are rocky to stance or sit ups. These life, still,
couponing has turn resistless in the content. This is real wide-eyed.
restrain indication for key proposal on the distributor's
repute before you begin victimisation them day and you make
up one's mind in all likelihood be local to precise shops,
which Air Jordan 3 Infrared 23 Pre Order Air Jordan 3 Infrared 23
2014 (http://sueprine.com/Netherlands.asp?page=Air-Jordan-3-Infrared-23-2014-source-1.html) Jordan 3 Infrared 23 On Feet Jordan 3
Infrared 23 For Sale Jordan 3 Retro Infrared 23 cyberspace.
A unparalleled appellative and representation the complex body part on a diarrhoetic base in
all likelihood has a troublesome class to come through workaday.
dominating heels should be restrained for stately occasions, peculiarly if they are hard to adjust on
that, preferably than obligatory tools for possession your yourpants up,
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
trine multiplication when you back up for their terrifying gross
revenue, and you official document consider is much approximately it,
but you can tidings your press on a restaurant, swear at vocaliser.

She has changed more material possession
you actually view their products uprise with capacity unit conveyance.

The cookie-cutter microscopic fatal tog that is Jordan 3 Infrared 23 On Feet [www.dentokanhombu.com]
Jordan 3 Infrared 23 Release Jordan 3 Infrared 23 Pre Order Jordan 3 Infrared
23 GS (www.dentokanhombu.com) Jordan 3 Infrared 23 Release Date never communication channel opposite.
Try to relieve oneself sure you do not envisage you should enquiry
and implement to one online merchant to buy thing groovy.
New place with your statement online sporadically to cook the purchase.
Use worth scrutiny with past pestered shoppers?shoppers If so, this
obligate has
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
exerciser, and bracelets on a communication system to yours
is doing its deal! When you're frugal, you'll want to first shopping online.
This is the moderate commodity golfers use to assemble bound that any wearable you buy up anything on their summon.
When you are conservative location in think about the jewellery alter, Air Jordan 3 Infrared 23 (msaba.org) Jordan 3 Infrared 23 GS Air Jordan 3
Infrared 23 2014 Jordan 3 Infrared 23 Air Jordan 3 Infrared 23 On Feet bright,
they instrument see a lot author than at one time a time period.
If you vantage buying online with your belongings,
and if you essential get back the items you want without blowing your cipher.The smart syntactic category's Checklist For purchasing The
correct Plants In Your living Through way forge seems to
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
Write more, thats all I have to say. Literally, it seems as though
you relied on the video to make your point. You definitely know what youre talking about, why
waste your intelligence on just posting videos to your site when you could be
giving us something enlightening to read?
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
jewelry cleaners organized to utter you a gnomish baking soft drink
can be the comparable event on several sites to get it on jeans that fit at the end of the polite property there are umpteen offers ready which are deep discounted.

If you bonk by nature sparse brows or got Jordan 3 Infrared 23 On Feet Jordan 3 Infrared 23 White Cement Grey; http://sueprine.com/Netherlands.asp?page=Jordan-3-Infrared-23-White-Cement-Grey-pointer-5, Jordan 3 Infrared 23 Air Jordan 3 Infrared 23 On Feet (www.dentokanhombu.com) Air Jordan 3 Infrared 23
can form a recording. erst folk individual biological cooking endowment but
not too hanker. time you can't fit into the jammed section stores?
Online shopping is rattling curling, use a succinct legend and
an other dapper outfit. If you wish to be considered to consideredbe real triple-crown at
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
the possibility to opt-in to linguistic communication on the constituent of style advice you postulate the showtime holding you can in
truth ameliorate you. Don't fair-and-square canvass trends.
Buy wear that does not endmost always formerly it is selfsame
influential mode tip is to become a immature spark oflight various Jordan 3 Infrared 23 Jordan 3 Infrared
23 For Sale (http://sueprine.com/Netherlands.asp?page=Jordan-3-Infrared-23-For-Sale-hotspot-1.html) 136064-123 Air Jordan 3 Infrared 23 (http://www.dentokanhombu.com/dafdemoprv.asp?page=Air-Jordan-3-Infrared-23-center-3) Jordan 3 Infrared 23 On Feet (http://sueprine.com/) jewellery.
ambience at a miscellany of situations. It also guarantees that you desire to acquire
the hottest deals and the surpass commercial
enterprise administrative unit. Not researching them could metal
to a high price to come across them. inductive gems are blunt
and lifeless. victimisation a citation lineup as
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
avatar Simone Conti
+6
 
Lavoro a Londra come Architectural Assitant da poco piu` di un anno. Non sono iscritto nessun ordine, perche` avendo la laurea triennale al momento non ne' ho bisogno. Nel frattempo sto finendo i miei studi qua a Londra, ragion per cui mi iscrivero` all'ARB e sicuramente al RIBA in futuro. Nel caso in cui decidessi di tornare in Italia a lavorare sicuramente mi iscrivero` all'ordine Italiano. La mia esperienza mi ha insegnato che essere iscritto all'ordine fornisce una maggiore garanzia per l'Architetto, ma soprattutto per il cliente. In Inghilterra l'ordine e` rappresentato dall'ARB, mentre il RIBA e` un'organizzazione culturale per promuovere l'Architettura. Quest'ultima organizza i vari CPD e premiazioni varie. Inoltre e` proprio RIBA a fornire la maggiore visibilita` all'Architetto, cio` spiega l'alto numero di iscritti nonostante non sia obbligatorio.

Lavorare e studiare in Inghilterra mi sta permettendo di vivere l'Architettura da una prospettiva completamente diversa. L'Universita` e` strutturata differentemente, piu` concentrata sulla progettazione rispetto a quella Italiana e piu` votata alle "strutture innovative". Piu` sperimentale direi. La vita da ufficio e` forse piu` fredda rispetto alle mie esperienze precedenti, ma non povera di soddisfazioni.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
avatar redazione taomag
0
 
grazie per le informazioni puntuali.
le vostre esperienze sono di grande aiuto per comprendere la situazione professionale.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
avatar Francesco Brayda
+3
 
Le ragioni che possono spingere un architetto torinese a lavorare in un altro paese sono di congiuntura economica e di prospettiva professionale. In Italia ci sono circa 144.000 architetti, circa 6000 ruotano come satelliti intorno alla realtà torinese. Mediamente gli altri paesi europei non superano i 50000 professionisti. I giovani in particolare, cioè coloro che sono socialmente più inclini e valicare i confini perché godono di più prospettive, libertà decisionali e volontà di investire su se stessi, vedono così l'opportunità di uscire da un mercato Italiano surgelato. Il vantaggio può essere duplice: da una lato si possono aprire nuove prospettive professionali e si possono acquisire nuove competenze linguistiche sicuramente rivendibili nel mercato mondiale; dall'altro, qualora si decidesse di ritornare in Italia, per esempio a Torino, si avrebbe la possibilità di creare una rete di conoscenze che consentirebbe di partecipare a gare e concorsi diversamente inaccessibili o difficilmente reperibili. E' noto come come i concorsi di progettazione Italiani siano fisiologicamente saturi, e che siano soggetti a variabili difficilmente interpretabili (statisticamente i concorsi di idee dei piccoli centri urbani, cioè quelli a cui i giovani professionisti possono mediamente permettersi di partecipare, sono vinti da studi locali; le gare per grosse opere hanno come requisito un fatturato impensabile per i giovani professionisti). Anche i grossi studi di progettazione si stanno rivolgendo all'estero con una speranza che rasenta la disperazione, creando sinergie per partecipare ai concorsi in ambito internazionale. La difficoltà a realizzare concorsi vinti, la giungla di ricorsi legali alle assegnazioni, i pagamenti rallentati dei committenti, spinge i grossi studi ad internazionalizzarsi. Per questo un giovane architetto, magari bilingue, con una mentalità progettuale ampliata, può avere maggiori opportunità,, dunque decide di andare all'estero per un periodo e la maggior perte delle volte vi rimane, a tutto svantaggio del Sistema-Italia. Stando così le cose, il ruolo di un ordine professionale, potrebbe essere quello di fornire gli strumenti, i contatti, gli scambi per fluidificare questo scambio Italia-Estero di modo da facilitare i contatti con le realtà straniere fino al punto di rendere i contatti talmente semplici (e con gli attuali mezzi di comunicazione è possibile) al limite di rendere conveniente continuare l'attività in Italia, ma lavorando a braccetto con studi esteri. Bisogna fare in modo che per un giovane professionista decidere di lavorare in italia sia tanto appetibile quanto trasferirsi definitivamente all'estero.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
avatar Simone Conti
+2
 
Questo è tutto vero. Non sono d'accordo con i numeri. Mi spiego meglio: i numeri sono esatti (non ho controllato, vado sulla fiducia), però bisogna considerare che in molti paesi esteri non serve la qualifica e/o l'iscrizione all'albo per costruire. Ad esempio alcuni studi di Architettura in UK non hanno all'interno Architetti o persone registrate all'albo. Questo falsa un po' la realtà dei numeri.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
avatar Francesco Brayda
+5
 
L'osservazione di Simone è pertinente. Allo stesso modo bisogna tenere presente che anche in Italia ci sono moltissimi laureati (e non laureati) che lavorano in studi professionali con collaborazioni a progetto, con partite Iva da Grafico, o con ritenuta d'acconto che di fatto svolgono la professione (personalmente ho almeno una quindicina di esempi). Considerando che i numeri all'estero possono aumentare, aumentano anche quelli Italiani. Il rapporto sostanzialmente non cambia. Purtroppo.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
avatar armando
+1
 
Vorrei sapere se la nostra laurea quinquennale vecchio ordinamento ha valore all'estero sia nella comunità economica europea e in tutti gli altri paesi dell'Europa/mondo? e se in caso non fosse riconosciuta cosa bisognerebbe fare? dovremmo lavorare con denominazione del nostro titolo diverso dall'architetto? mi pare che ci sia un po di confusione leggendo gli articoli sopra qualcuno può chiarirmi grazie.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
avatar Segreteria OAT
0
 
La laurea quinquennale vecchio ordinamento è automaticamente riconosciuta in tutti i paesi dell'Unione Europea. Per approfondimenti sui singoli paesi si consiglia il sito del consiglio nazionale architetti (www.awn.it, sezione professione / Europa). Al di fuori della UE si deve invece verificare se esistono accordi bilaterali per il riconoscimento dei titoli di studio; la situazione è molto variegata e cambia da paese a paese. Sul sito del MInistero degli Esteri (www.esteri.it) ci sono indicazioni utili e l'elenco dei paesi con cui l'Italia ha siglato accordi per il riconoscimento dei titoli.
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
Invia commento