Più case meno caserme Stampa Email



Sospesa la leva militare obbligatoria una decina d'anni fa, già da allora in molti ci siamo chiesti che fine avrebbero fatto le caserme
.
Un repentino e inesorabile degrado le ha colpite e sono diventate patrimonio edilizio così ingombrante da convincere lo Stato a cederle ai Comuni, che da un paio d'anni si ritrovano a gestire immobili e aree afferenti all'esercito per un ammontare di centinaia di miliardi di euro.
Ma che cosa farne?
Solo in alcuni casi le caserme sono state oggetto di riconversione e tra questi ricordiamo l'Arsenale della Pace a Torino e il Maxxi a Roma
.
La maggior parte di esse è però in abbandono e anche il tentativo di vendita da parte dei Comuni per alleggerire il debito pubblico è impresa impossibile, non trovando acquirenti disponibili.
Occupanti, invece, se ne troverebbero... tra gli sfrattati che aumentano e le carceri che scoppiano, c'è un nuovo esercito in cerca di casa.

Liana Pastorin

13 06 2013

 

Commenti   

 
+11 #1 Fiorini Marco Virginio 2013-06-14 13:55
Se potessi scegliere io, ne farei delle case popolari che non vengono più costuite da decenni e che servirebbero a dare un tetto a quelle (tante) persone (purtroppo in crescita) che non riescono più a pagarsi una casa decente.


Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna