POS_Possiamo farne a meno? Stampa Email



Riproponiamo l’argomento POS per raccogliere i vostri commenti, in attesa che il CNA abbia risposta dai Ministeri competenti e dalla Banca d’Italia in merito alla richiesta di esclusione degli architetti dall’obbligo del POS, che “è sostanzialmente inutilizzabile in quanto i pagamenti anche minimi delle nostre attività professionali sono normalmente superiori al tetto massimo di spesa della carta di debito”, come recita una nota del CNA, che ricorda anche che “è possibile ricorrere alternativamente al bonifico bancario e alle carte di debito o credito virtuali, che non hanno costi per il professionista”.

Il POS ha invece costi di installazione, di attivazione, di canone mensile e saranno richieste commissioni bancarie calcolate in percentuale dell’importo della transazione.

L’utilizzo dei sistemi di pagamento elettronici viene introdotto come una misura per contrastare l’evasione fiscale, grazie alla limitazione dell’utilizzo dei contanti, e si aggiunge al divieto già in vigore imposto dal D.Lgs. 231/2007 di trasferire denaro contante o titoli al portatore per somme maggiori o uguali a 1.000 euro. Si tratta allora di tracciare i pagamenti a partire da cifre minime (50 euro?), ovvero relative a piccole consulenze, pratiche, certificazioni, per cui comunque l’architetto fa parcella al cliente, il primo a lamentare l’addebito di Iva e Cassa di previdenza…

Rispetto alla vostra esperienza, a prestazioni sotto i 1.000 euro, alla tipologia dei vostri clienti, come considerate l’eventuale obbligo del POS? Ci sono alternative percorribili?

Liana Pastorin

24 10 2013

 

Commenti   

 
0 #30 Gian Carlo Vischi 2014-02-28 16:37
assolutamente d'accordo
si occupi di cose serie e dovendo organizzare corsi a pagamento,
(tralascio che dare crediti per un corso che, con lo stesso costo, la stessa sede, lo stesso organizzatore-f ondazione OAT-, lo stesso docente/i, lo stesso programma, durata ecc. prima non li forniva, dopo 6 mesi si -corso DOCFA ad es- , sia atto vessatorio da parte di chi propone e di pura sottomissione da parte di chi eventualmente accetta), - See more at: http://tao.oato.it/archivio/358-pospossiamo-farne-a-meno#sthash.94sIBVIf.dpuf
siano forniti contenuti attendibili da docenti attendibili, altrimenti siamo a "CREDITOPOLI"
Gian Carlo Vischi
Citazione
 
 
0 #29 maria dominici 2014-01-31 14:53
Concordo con chi afferma che l'installazione del pos è ad interesse esclusivo delle banche.
Se fatturando possiamo incassare pagamenti con assegni o tramite bonifico e che gli importi in contanti sono sostanzialmente possibili di poca entità, direi che il problema per noi professionisti non esiste. Comunque non è l'installazione del pos che "traccerebbe" maggiormente gli incassi.
La mia banca già a fine anno mi ha inviato un' "offerta" per l'installazione ....è solo interessante per la banca stessa. Intanto la nostra categoria sta soffrendo tantissimo per la crisi economica e se continua così, molti di noi non avranno di che campare. altro che pos per tracciare gli incassi!!!!
Nel frattempo dobbiamo fare corsi di aggiornamento obbligatori pagandoli , pensare a procurarci dei lavori, pensare a farci pagare ed a pagare i costi della professione...i l pos?
ma insomma!!!!
Citazione
 
 
+1 #28 sandro 2013-10-31 22:33
Hai perfettamente ragione Tiziana. Ho visto anch'io che ci tartasseranno anche con quel furto chiamato IRAP!! Dobbiamo fare qualcosa perchè a qualche categoria daranno un aumento in busta paga (poca robaq ma pur sempre qualcosa) mentre a noi non solo non danno nulla ma ci chiedono ancora di pagare in più. Aggiungerei che siamo già ststi tartassati con l'aumento notevole dell'inarcassa che fino a qualche hanno fa diceva che tutto andava a gonfie vele e poi improvvisamente ci dice che deve aumentare il prelievo per il ns stesso ineteresse ed in 4 e 4-8 fanno un bel decreto. Pensate se l'inps che fa acqua da tutte le parti proponesse agli operai una cosa del genere. Il giorno dopo ci sarebbe un mega sciopero nazionale con blocco di strade ferrovie, ecc.
Noi invece tutti zitti!!!!!
Citazione
 
 
+5 #27 Tiziana Lenti 2013-10-29 16:41
mi chiedo se, oltre alla vicenda POS, qualcuno sta facendo qualcosa in relazione alla CANCELLAZIONE del fondo introdotto dalla Legge 228/2012 "per il progressivo azzeramento dell’IRAP a carico dei professionisti dell’area tecnica (architetti, ingegneri e geometri) che non si avvalgono di dipendenti e utilizzano limitati beni strumentali." Il provvedimento è previsto dalla legge "di stabilità", ora al vaglio in Parlamento. Propongo subito l'apertura di una discussione sull'argomento. grazie.
Citazione
 
 
0 #26 ANDREA 2013-10-28 17:20
DICO SOLO UNA COSA
L'ITALIA E' UN PAESE DI LADRI
Citazione
 
 
+1 #25 claudia 2013-10-28 11:33
altre categorie di professionisti sono riusciti a farsi escludere dall'obbligo del POS (per esempio i geologi), perchè noi ci riduciamo all'ultimo???? non siamo minimamente tutelati... Il POS si paga e se non viene utilizzato dopo periodi più o meno lunghi le banche pretendono di ritirarlo, cosa dovrei fare? cambiare banca tutti gli anni???? pagare un aggeggio che non userò mai??? sono d'accordo con Sandro, viene solo voglia di lasciare la professione e ci sto pensando seriamente...
Citazione
 
 
+1 #24 V.Giorza 2013-10-28 10:00
La situazione sta davvero diventando insostenibile! Ma come faccio a far smuovere i professionisti per cui lavoro (direi sotto sfruttamento!) e da cui faccio già fatica a farmi pagare così, figurati con il Pos, che tra l'altro non so come faccio a pagare! Non basta una tassazione superiore al 60%, l'assicurazione professionale e la formazione obbligatoria?!? ! Vogliono mandarci tutti sotto un ponte?
Citazione
 
 
+2 #23 sandro 2013-10-27 14:38
Ragazzi ... a me viene voglia di abbandonare la professione e fare il delinquente: rischi di meno e guadagni di più!!!! Se fai l'architetto ti vedi recapitare una sanzione perchè manca un fottuto numero di tlefono su un POS (complimenti a quell'idiota dell'ASL!!!) e se l'impresa ed il committente stravolgono il tuo capitolato per risparmiare e poi i lavori danno successivamente problemi vieni pizzicato anche tu che non ne puoi nulla. Un delinquente ruba, rischia minimamente di essere preso e se lo prendono non gli fanno nulla. NON SE NE PUO' PIU'!!! VAFFANCULO AL POS!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!! !!!!1
Citazione
 
 
+4 #22 Mara 2013-10-27 09:41
Non c'è un solo commento che io non condivida.
Soprattutto, e forse per assurdo, quello di Danilo riguardo i commenti riguardo il nostro lavoro da parte dei clienti "E' solo un disegnino"...vo gliamo aggiungere un "Ma non mi fa uno sconto?"...Vorr ei proprio sapere se fanno la stessa domanda all'avvocato o al medico quando ci vanno!
E noi dovremmo avere pure il POS?!
Non voglio fare troppa demagogia, ma poi le spese me le pagano il Governo, il CNA e l'Ordine?!
Da anni vengo pagata con bonifici, per le spese elevate, e con assegni per quelle più piccole e mi sembra che vada più che bene così.
Citazione
 
 
0 #21 Mara 2013-10-27 09:32
Decisamente e tristemente vero!
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna