Architetti come medici Stampa Email



Renzo Piano
si è espresso recentemente sulle nuove possibilità di lavoro per gli architetti. La diffusa urgenza di consolidare gli edifici (60mila sono solo le scuole italiane a rischio) per fermare lo stato di degrado e evitare crolli in caso di eventi naturali straordinari, nonché di adeguarli dal punto di vista energetico e funzionale per ridurre drasticamente i consumi richiede nuovi mestieri, start up e microimprese.
Pane per gli architetti, purché sappiano uscire da una crisi mentale e aprire gli occhi sul futuro, investendo sulle proprie capacità e accogliendo l’invito a guardare con attenzione alle periferie, necessarie di cure puntuali, e a vestire i panni dell’architetto condotto.
Questa potrebbe inoltre essere la soluzione per tanti interventi contenuti nei tempi e nei costi di realizzazione: occupazione diffusa a beneficio del recupero delle periferie, procedendo con interventi di microchirurgia e coinvolgendo attivamente anche gli abitanti.
L’architetto della mutua, insomma? Sì, ma non in senso dispregiativo… Piuttosto, dedicandosi agli edifici come i medici si dedicano ai pazienti, intervenendo su chiamata in caso di necessità ma anche con azioni di prevenzione, e godere di uno stipendio assicurato.
I medici di famiglia sono infatti pagati dalla Regione su base di un contratto nazionale, percependo una quota fissa legata al numero di pazienti oltre a una quota variabile contrattata con le Regioni (ogni Asl può avere accordi integrativi).
Un’idea peregrina? A ogni architetto che sceglie questa modalità professionale, dovrebbe essere destinato un certo numero di edifici, e, attenzione: come i medici si può essere ricusati.

Liana Pastorin
31 01 14

 

Commenti   

 
0 #5 stefano martini 2014-02-05 08:58
ma di cosa stiamo parlando? Non riesco a capire come un tecnico possa essere paragonato ad un medico condotto……….mah !? Proporrei argomenti meno fantasiosi e più pratici…non cadiamo in cretinate tanto per passare il tempo.
Citazione
 
 
+1 #4 gianmaria ferrero 2014-02-03 10:02
E' più utile il CSE Condotto.
Citazione
 
 
+1 #3 Dario Tarozzi 2014-01-31 18:18
Molto interessante, formativo e utile, sia per i professionisti, sia per gli utenti; offre anche nuovi e consistenti sbocchi professionali. Il problema è anche, e sempre, il reperimento di fondi per finanziare questo nuovo servizio che, se prendesse piede, comporterebbe spese ingenti per la Pubblica Amministrazione . E' necessario studiare nuove forme di finanziamento e partecipazione alle spese (parte della TASI ?), ma senza aumentare il livello impositivo.
Citazione
 
 
+1 #2 Emanuele Guerrieri 2014-01-31 14:52
Senz' altro interessante, ma credo che possa funzionare solo in un Paese con un'economia sana... quale l'Italia non è in questo momento, e anche la Sanità pubblica non mi pare sia messa bene.

Emanuele Guerrieri
Citazione
 
 
+1 #1 carlo di santo 2014-01-31 14:28
Buongiorno, ho letto l'articolo e lo trovo MOLTO interessante.
Sono un architetto che opera nella provincia di Torino e mi occupo specificatament e di RIQUALIFICAZION E ENERGETICA degli edifici, pertanto potrei essere utile per poter svolgere questo tipo di attivita'.
Mi piacerebbe affrontare l'argomento per approfondirlo.
Grazie

arch Carlo Di Santo
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna