Edilizia all’occorrenza Stampa Email



Siamo in un periodo complicato, in cui sembra inutile e faticoso resistere ancorandosi alle proprie posizioni che non garantiscono più concrete certezze. Meglio abituarsi ai cambiamenti e imparare ad adattarsi a nuove tipologie di vita.

Se vale per il nostro ambito privato e lavorativo, dovrebbe funzionare anche per gli edifici. Ci sono scuole che cedono lo spazio di alcune aule al vicino museo e ci sono sale cinematografiche che diventano asili. Un mutuo soccorso o una nuova destinazione d’uso che può convincere.

Ci sono però edifici di cui nessuno sa più che cosa farsene e che devono essere vissuti per non deperire e ci sono studenti e docenti che affollano aule in edifici vetusti o carichi di amianto, come Palazzo Nuovo, in cui chi lavora può anche morire. Perché non trasferire la didattica in musei tragicamente vuoti o inutili?

Liana Pastorin
12 02 2014

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna