Condividi

Sfoglia TAO


Lavorare per vivere Stampa Email


37 anni, maschio, italiano per 7 casi su 10, tranne nel settore delle costruzioni dove la quota di stranieri sale a 5. Questo l’identikit, proposto da La Repubblica sabato 26 novembre, delle persone che perdono la vita nel posto di lavoro in Italia.

La buona notizia è che nel 2010 i morti sono scesi sotto la quota 1000, dato mai toccato negli ultimi 10 anni; la cattiva notizia è che nel 2010 quasi 1000 persone sono morte sul lavoro, di cui 215 nel settore dell’edilizia.

La soluzione c’è: investire nella sicurezza e nella formazione, ma difficilmente queste sono le priorità di chi cerca di vincere una gara d’appalto al ribasso.

 

01 12 2011