Architetti in rispolvero Stampa



Grazie a Dario Franceschini e alla riorganizzazione del ministero, le nuove soprintendenze continueranno a poter essere guidate da architetti oltreché da storici dell'arte. L'accorpamento sotto "arti" dei beni artistici, storici, antropologici e dell'architettura, potrà far saltare qualcuno sulla sedia, ma da oggi la soprintendenza delle arti e del paesaggio ha un nuovo nome.
Molto interessante e in linea con la crociata di Renzo Piano è anche l'introduzione di una nuova direzione regionale nei capoluoghi dalla promettente dicitura "arte e architettura contemporanea e periferie urbane", pane, si spera, per gli architetti.
In tema di grandi eventi e di grandi nomi, Expo 2015 annovera tra i suoi ambassador Michele De Lucchi e Massimiliano Fuksas, invitati a dichiarare la loro idea di expo e a comunicarla al mondo. Sta cambiando qualcosa?

Liana Pastorin

17 07 2014