La città fragile Stampa Email

Beppe Rosso
Filippo Taricco


Postfazione di Marco Revelli
Bollati Boringhieri 2008
pp. 96 | € 12,00
ISBN 978-88-339-1861-7

Da un acclamato spettacolo teatrale: la metropoli vista dagli zingari, le prostitute e i barboni. Zingari romeni scappati dal loro villaggio in fiamme e accampati alla periferia di una metropoli; ragazze albanesi rapite di casa e gettate sui marciapiedi; italiani che vanno in rovina e sono costretti a defecare in strada. Vite consumate nella violenza di uno spazio aperto con i tentativi di abitarlo, i gesti quotidiani e il bisogno di ritrovare una dignità e un’ironia per stemperare il dramma. Tre racconti in cui la città fragile si sovrappone alla città di sempre collocandosi al centro della narrazione, e la vita, quella più vera e umana, prende la parola al di sopra e dentro il brusio metropolitano.

Beppe Rosso, attore, regista e autore teatrale, negli anni Ottanta fonda la compagnia Granbadò Produzioni Teatrali e collabora stabilmente con il Laboratorio Teatro Settimo. Come drammaturgo scrive e allestisce con il Teatro Stabile di Torino una serie di testi che affrontano il disagio del vivere contemporaneo: Camminanti, la Trilogia dell’Invisibilità, Fantasmi d’Acciaio.

Filippo Taricco, autore teatrale, ha curato un volume sulla punteggiatura per la collana «Holden Maps», collaborato con Radio 3 Rai e scritto numerosi testi allestiti da acti Teatri Indipendenti e dal Teatro Stabile di Torino.